Database release:
SDF
NATURA 2000 - STANDARD DATA FORM

For Special Protection Areas (SPA),
Proposed Sites for Community Importance (pSCI),
Sites of Community Importance (SCI) and
for Special Areas of Conservation (SAC)

TABLE OF CONTENTS

1. SITE IDENTIFICATION

Back to top

1.1 Type

C

1.2 Site code

IT3110011

1.3 Site name

Val di Fosse nel Parco Naturale Gruppo di Tessa

1.4 First Compilation date

1995-06

1.5 Update date

2017-01

1.6 Respondent:

Name/Organisation:Provincia Autonoma di Bolzano, 28. Natura, paesaggio e sviluppo del territorio
Address:               
Email:natura.territorio@provincia.bz.it

1.7 Site indication and designation / classification dates

Date site classified as SPA:2000-08
National legal reference of SPA designationLegge provinciale del 12 maggio 2010, n.6 ( Pubblicata nel Bollettino Ufficiale il 25 maggio 2010, n.21): Legge di tutela della natura e altre disposizioni
Date site proposed as SCI:1995-09
Date site confirmed as SCI: No data
Date site designated as SAC:2016-11
National legal reference of SAC designation:DM 22/11/2016 - G.U. 285 del 06-12-2016

2. SITE LOCATION

Back to top

2.1 Site-centre location [decimal degrees]:

Longitude:10.940300
Latitude:46.733600

2.2 Area [ha]

10087.0000

2.3 Marine area [%]

0.0000

2.4 Sitelength [km]:

0.00

2.5 Administrative region code and name

NUTS level 2 code Region Name
ITD1Provincia Autonoma Bolzano/Bozen

2.6 Biogeographical Region(s)

Alpine (100.00 %)

3. ECOLOGICAL INFORMATION

Back to top

3.1 Habitat types present on the site and assessment for them

Annex I Habitat types Site assessment
Code PF NP Cover [ha] Cave [number] Data quality A|B|C|D A|B|C
      RepresentativityRelative SurfaceConservationGlobal
3220  info      80.42  0.00 
4060  info      488.11  0.00 
4080  info      1.5  0.00 
6110  info      0.001  0.00         
6150  info      2546  0.00 
6210  info      6.13  0.00 
6230  info      96.6  0.00 
6240  info      104.95  0.00 
6430  info      0.001  0.00         
6520  info      17.25  0.00 
7140  info      0.45  0.00 
8110  info      2807.13  0.00 
8120  info      51.17  0.00 
8210  info      18.06  0.00 
8220  info      1722  0.00 
8230  info      0.001  0.00         
8340  info      458.15  0.00 
9410  info      134.03  0.00 
9420  info      1436.2  0.00 
  • PF: for the habitat types that can have a non-priority as well as a priority form (6210, 7130, 9430) enter "X" in the column PF to indicate the priority form.
  • NP: in case that a habitat type no longer exists in the site enter: x (optional)
  • Cover: decimal values can be entered
  • Caves: for habitat types 8310, 8330 (caves) enter the number of caves if estimated surface is not available.
  • Data quality: G = 'Good' (e.g. based on surveys); M = 'Moderate' (e.g. based on partial data with some extrapolation); P = 'Poor' (e.g. rough estimation)

3.2 Species referred to in Article 4 of Directive 2009/147/EC and listed in Annex II of Directive 92/43/EEC and site evaluation for them

Species Population in the site Site assessment
G Code Scientific Name S NP T Size Unit Cat. D.qual. A|B|C|D A|B|C
      MinMax  Pop.Con.Iso.Glo.
BA223Aegolius funereus           
BA412Alectoris graeca saxatilis           
BA091Aquila chrysaetos       
BA104Bonasa bonasia                 
BA236Dryocopus martius       
I1065Euphydryas aurinia           
BA408Lagopus mutus helveticus    15  15     
BA338Lanius collurio       
BA241Picoides tridactylus       
BA234Picus canus           
P1545Trifolium saxatile    50  100     
BA284Turdus pilaris           
BA287Turdus viscivorus           
  • Group: A = Amphibians, B = Birds, F = Fish, I = Invertebrates, M = Mammals, P = Plants, R = Reptiles
  • S: in case that the data on species are sensitive and therefore have to be blocked for any public access enter: yes
  • NP: in case that a species is no longer present in the site enter: x (optional)
  • Type: p = permanent, r = reproducing, c = concentration, w = wintering (for plant and non-migratory species use permanent)
  • Unit: i = individuals, p = pairs or other units according to the Standard list of population units and codes in accordance with Article 12 and 17 reporting (see reference portal)
  • Abundance categories (Cat.): C = common, R = rare, V = very rare, P = present - to fill if data are deficient (DD) or in addition to population size information
  • Data quality: G = 'Good' (e.g. based on surveys); M = 'Moderate' (e.g. based on partial data with some extrapolation); P = 'Poor' (e.g. rough estimation); VP = 'Very poor' (use this category only, if not even a rough estimation of the population size can be made, in this case the fields for population size can remain empty, but the field "Abundance categories" has to be filled in)

3.3 Other important species of flora and fauna (optional)

Species

Population in the site

Motivation

Group CODE Scientific Name S NP Size Unit Cat. Species Annex Other categories
     MinMax C|R|V|PIVVABCD
A086Accipiter nisus                 
Achillea tomentosa                   
Allium strictum                   
Alyssum alyssoides                   
1762Arnica montana                     
1764Artemisia genipi                     
1375Capra ibex                     
A366Carduelis cannabina                 
A264Cinclus cinclus               
A350Corvus corax                 
A212Cuculus canorus                   
Draba hoppeana                   
Dracocephalum ruyschiana                   
Epilobium fleischeri                   
Erigeron atticus                   
Euphrasia alpina                   
A096Falco tinnunculus                 
Geranium divaricatum                   
1334Lepus timidus                     
Lilium bulbiferum                   
Linaria angustissima                   
5104Lycopodium annotinum                     
1058Maculinea arion                   
Minuartia mutabilis                   
Myricaria germanica                   
Neotinea ustulata                   
Neslia paniculata                   
Orchis mascula                   
Paradisea liliastrum                   
1057Parnassius apollo                   
Poa glauca                   
1256Podarcis muralis                   
Primula glutinosa                   
A250Ptyonoprogne rupestris                   
1213Rana temporaria                     
Rosa montana                   
1369Rupicapra rupicapra                     
A275Saxicola rubetra             
Scleranthus perennis                   
1409Sphagnum spp.                     
A333Tichodroma muraria               
A282Turdus torquatus                   
Woodsia ilvensis                   
  • Group: A = Amphibians, B = Birds, F = Fish, Fu = Fungi, I = Invertebrates, L = Lichens, M = Mammals, P = Plants, R = Reptiles
  • CODE: for Birds, Annex IV and V species the code as provided in the reference portal should be used in addition to the scientific name
  • S: in case that the data on species are sensitive and therefore have to be blocked for any public access enter: yes
  • NP: in case that a species is no longer present in the site enter: x (optional)
  • Unit: i = individuals, p = pairs or other units according to the standard list of population units and codes in accordance with Article 12 and 17 reporting, (see reference portal)
  • Cat.: Abundance categories: C = common, R = rare, V = very rare, P = present
  • Motivation categories: IV, V: Annex Species (Habitats Directive), A: National Red List data; B: Endemics; C: International Conventions; D: other reasons

4. SITE DESCRIPTION

Back to top

4.1 General site character

Habitat class % Cover
N061.00
N085.00
N092.00
N1125.00
N1716.00
N2250.00
N231.00

Total Habitat Cover

100

Other Site Characteristics

Il sito Val di Fosse si trova nella parte occidentale del Parco Naturale Gruppo di Tessa e si estende a sud del crinale della Val Senales, la cresta che va dall'Altissima alla Punta di Finale, sino ai pendii soleggiati sopra Naturno e Rablà. Gli estesi boschi di aghifoglie sulla sinistra orografica della Val Senales sono anch'essi inclusi. Nella zona sud-occidentale il confine naturale è dato dalla linea di cresta che, sempre sopra i 3000 m, collega la Cima di Tel (3000 m), la Croda del Clivio (3053 m), la Croda del Tovale (3175 m), la Cima di Tessa (3315 m), il Monte Rosso (3337 m) sino alla Cima Bianca Grande (3275 m). La geologia è caratterizzata per lo più da rocce metamorfiche. In questo ambito si possono identificare quattro unità principali: a nord della linea Certosa-Val di Fosse, si trova il «cristallino dell'Ötztal», la parte sud-orientale del parco, sino alla zona della Cima Fiammante, è caratterizzato dalla «zona degli antichi gneiss», mentre nella parte sud-occidentale, tra l'ingresso della Val Senales e la Val di Fosse, si trova il «micascisto della Val Venosta». Questi gneiss e scisti cristallini confinano nella zona orientale del parco con il complesso di Monteneve, composto da micascisto a granati e biotite con inclusioni di marmo e di dolomia e singoli blocchi di anfibolite. Questa unità appare particolarmente evidente nel Gruppo della Cima Fiammante e nella Cima Bianca Grande. Grazie alla tinta più chiara, la Cima Fiammante e la Cima Bianca Grande si distinguono nettamente dai massicci montuosi circostanti. Nella Val di Fosse e sui pendii della Val Senales erano presenti insediamenti umani permanenti ad altezze non riscontrabili quasi in nessun'altra zona delle Alpi. Oggi questi insediamenti permanenti come Maso Gelato (2083 m), Mezlaunhof (2023 m), Rableit (2004 m) ecc. sono trasformati in alpeggi. L'influenza esercitata per secoli dall'attività pascoliva non è comunque passata sull'ambiente alpino senza lasciare tracce. Il pascolo bovino ha bandito quasi completamente i cirmoli dai boschi originari. Solamente nella Val Senales interna sono rimaste estese formazioni pure di larici. Durante le soleggiate giornate d'autunno i larici risaltano con i loro colori dorati in un impressionante contrasto con il blu del cielo. Il pascolo ha fatto retrocedere in maniera considerevole anche la fascia degli arbusti nani. Di particolare importanza floristica è la presenza del relitto glaciale Ranunculus pygmaeus e della rara melissa Dracocephalum ruyschiana. Nelle regioni alpine difficilmente raggiungibili e nelle valli isolate si incontra ancora tutta la gamma della tipica fauna delle montagne. Nella zona nidificano numerose specie di uccelli che sono inserite nell'allegato I della Direttiva «Uccelli»: ad esempio l'aquila reale, la civetta nana, la pernice bianca, la coturnice e l'averla piccola. Da notare è anche che la popolazione dello stambecco, cresciuta notevolmente negli ultimi anni.

4.2 Quality and importance

Questo territorio di alta montagna è ricco di fenomeni glaciali: erosioni glaciali, morene, valli sospese, fondovalle a forma di U ed altro testimoniano l'impressionante forza plasmante dei ghiacciai dell'era glaciale. L'influenza glaciale sulla genesi di questo ambiente, le diverse fasce altimetriche, la compenetrazione di substrati silicei e calcarei, così come l'influenza dell'acqua e dell'uomo hanno creato una straordinaria diversità ambientale. Oltre alla boscaglia termofila e alle zone aride del «Sonnenberg», agli estesi boschi di larice (in particolare in Val Senales) alle numerose zone umide, ai prati alpini e ai ghiacciai, nel parco vi è anche una ricca gamma di ambienti naturali, che rappresentano numerose zone climatiche. Un'escursione che parte dai pendii caratterizzati da vegetazione submediterranea della Val Venosta, ai «tremila» del Gruppo di Tessa e del crinale della Val Senales è paragonabile ad un viaggio di migliaia di chilometri o numerosi gradi di latitudine. Nel cuore di questo territorio si trova una delle più belle e più ricche valli dell'Alto Adige sotto il profilo naturalistico: la Val di Fosse. La valle si diparte dalla sinistra orografica della Val Senales presso Certosa e porta, attraverso una gola con pendii quasi verticali, nel centro del territorio. Solo lentamente questo fondovalle si apre a forma di «U» e lo sguardo può quindi spaziare su questo eccezionale ambiente d'alta montagna. Nella Val di Fosse e sui pendii della Val Senales erano presenti insediamenti umani permanenti ad altezze non riscontrabili quasi in nessun'altra zona delle Alpi. Oggi questi insediamenti permanenti come Maso Gelato (2083 m), Mezlaunhof (2023 m), Rableit (2004 m) ecc. sono trasformati in alpeggi. La selvicoltura e l'alpicoltura praticati per secoli hanno influenzato in maniera decisiva l'ambiente alpino. I larici sono stati sempre favoriti e gli abeti e cirmoli sempreverdi sono stati tolti. Così nella Val Senales interna si sono sviluppate estese formazioni pure di larici. Durante le soleggiate giornate d'autunno i larici risaltano con i loro colori dorati in un impressionante contrasto con il blu del cielo. Il pascolo ha fatto retrocedere in maniera considerevole anche la fascia degli arbusti nani. Il sito é di grande importanza non solo per la sua attrattività paesaggistica, ma proprio per i diversi ambienti naturali e seminaturali ed è anche molto importante per la sua funzione come riserva per la flora e fauna alpina.

5. SITE PROTECTION STATUS

Back to top

5.1 Designation types at national and regional level:

Code Cover [%]
IT04100.00

5.2 Relation of the described site with other sites:

Designated at national or regional level:

Type code Site name Type Cover [%]
IT04Parco Naturale Gruppo di Tessa-100.00

Designated at international level:

Type Site name Type Cover [%]
Other Parco Naturale Gruppo di Tessa-100.00

6. SITE MANAGEMENT

Back to top

6.1 Body(ies) responsible for the site management:

Organisation:Prov. Aut. Bolzano - Ripartizione natura, paesaggio e sviluppo del territorio
Address:
Email:natura.territorio@provincia.bz.it

6.2 Management Plan(s):

An actual management plan does exist:

X
Yes Name: Piano di Gestione Natura 2000 Parco Naturale Gruppo Tessa
Link: http://www.provincia.bz.it/natura-territorio/temi/piano-gestione-tessa.asp

No, but in preparation
No

 

7. MAP OF THE SITE

Back to top No data

SITE DISPLAY